Messaggio
OPERE DI MESSA IN SICUREZZA AI FINI IDRAULICI DELL'AREA P.R.U.S.S.T. 7-93 E MODIFICA PLANIMETRICA DELL'INTERVENTO EDILIZIO A COMPLETAMENTO CON LA REALIZZAZIONE DI EDIFICI COMMERCIALI - NO FOOD -
Archivio Procedure V.I.A.
Inviato da SIRECC S.R.L.   
Martedì 09 Agosto 2016 13:12
OPERE DI MESSA IN SICUREZZA AI FINI IDRAULICI DELL'AREA P.R.U.S.S.T. 7-93 E MODIFICA PLANIMETRICA DELL'INTERVENTO EDILIZIO A COMPLETAMENTO CON LA REALIZZAZIONE DI EDIFICI COMMERCIALI - NO FOOD -
Il progetto prevede la messa in sicurezza ai fini idraulici dell’area commerciale disciplinata dal Programma P.R.U.S.S.T. 7-93, mediante il completamento dell’argine fluviale esistente con la realizzazione di una palancolata metallica e il completamento dell’intervento edilizio con modifica planimetrica in variante al Giudizio VIA n. 1925 del 10.04.2012
SIRECC S.R.L.

Localizzazione del progetto

CHIETI
CH
CEPAGATTI (PE)
SANTA FILOMENA
39 CHIETI - 28 CEPAGATTI
CHIETI: 4535, 4552, 4560, 4563, 4582, 4583, 4584, 4585 - CEPAGATTI 448, 450, 456, 473, 474, 475, 476
In pubblicazione

Dati di pubblicazione progetto

2016-08-12 00:00:00
60 gg
Internet + Quotidiano
GIORNALE "IL CENTRO"
Copia Annuncio
09/08/2016
10/08/2016

Definizione procedura

No
No
No
No
No
No
c) le acque pubbliche e le relative sponde o piedi degli argini per una fascia di 150 metri ciascuna
pt.7 lett.o) All.IV D.Lgs 152/2006 e smi
1925
10/04/2012

Responsabile Azienda Proponente

BONETTI
ALESSANDRO
0542623111
info@merlinoprogetti.it
SIRECC@LEGALMAIL.IT

Estensore dello studio

MERLINO PROGETTI S.R.L.
Ingegnere
MERLINO
DOMENICO
INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI CHIETI
368
0871552751
info@merlinoprogetti.it
merlinoprogetti@pec.it

Acquisizione in atti

12/08/2016
18519

Referenti del Dipartimento (Dirigente Ing. Longhi)

Dott. Domenico Scoccia

Documentazione varia

30/01/2017
0017400/17
richiesta sblocco SRA per inserimento integrazioni
Richiesta sblocco
31/01/2017
0019307
Comunicazione inserimento controdeduzioni
Conunicazione inserimento controdeduzioni
21/03/2017
0073275/17
Richiesta proroga
Nota Richiesta di Proroga
27/06/2017
17915/17
integrazioni prescrizioni giudizio 2775
trasmissione integrazioni del 27 giugno 2017
17/07/2017
0190331/17
Permesso di costruire n. 23 del 13/07/2017
Trasmissione permesso di costruire

Atti di sospensione

16/03/2017
g. 2762
Favorevole con prescriz + Rinvio
2762 EX SIRECC ORA SILE COSTRUZIONI

Atti di riattivazione

07/11/2016
0086140
RICHIESTA CHIUSURA PROCEDURA
15/02/2017
0035932/17
Richiesta blocco SRA del 15febbraio2017

Atti di chiusura

23/03/2017
g.2775
rigetto istanza proroga giudizio via 1925/2012
2775 Ex Sirecc ora Sile

Allegati al progetto

Elaborati V.A.
Elaborati V.I.A.
PROGETTO DEFINITIVO
STUDIO IMPATTO AMBIENTALE
01_SINTESI NON TECNICA
Perizia giurata
Elaborati V.INC.A.
N.O.BB.AA.
Integrazioni
Nuova proprietà_SILE COSTRUZIONI SRL
ELABORATI TECNICI_DOCUMENTAZION INTEGRATIVA
CONTRODEDUZIONI TECNICHE ALLE OSSERVAZIONI
Controdeduzioni
CONTRODEDUZIONE_VIA
CONTRODEDUZIONI TECNICHE ALLE OSSERVAZIONI
Allegati osservazioni cittadini/osservatori
Allegati:
Scarica questo file (CONFEDERAZIONE NAZIONALE ARTIGIANATO E PICCOLA E MEDIA IMPRESA OSSERVAZIONI.pdf)CONFEDERAZIONE NAZIONALE ARTIGIANATO E PICCOLA E MEDIA IMPRESA OSSERVAZIONI.pdf[CONFEDERAZIONE NAZIONALE ARTIGIANATO E PICCOLA E MEDIA IMPRESA OSSERVAZIONI]237 Kb
Scarica questo file (CONFESERCENTI PROVINCIA DI CHIETI OSSERVAZIONI.pdf)CONFESERCENTI PROVINCIA DI CHIETI OSSERVAZIONI.pdf[CONFESERCENTI PROVINCIA DI CHIETI OSSERVAZIONI]101 Kb
Scarica questo file (Diffida Cons. Reg. L. Sospiri.pdf)Diffida Cons. Reg. L. Sospiri.pdf[Diffida a firma del Consigliere Regionale Lorenzo Sospiri ]142 Kb
Scarica questo file (DIFFIDA dal WWF per progetto SIRECC.pdf)DIFFIDA dal WWF per progetto SIRECC[DIFFIDA dal WWF a firma di Nicoletta Di Francesco per progetto SIRECC]478 Kb
Scarica questo file (osservazioni del Consigliere Reg. L. Sospiri.pdf)osservazioni del Consigliere Reg. L. Sospiri[Osservazioni del Consigliere Regionale Lorenzo Sospiri del 21 marzo 2017]1031 Kb
Scarica questo file (osservazioni tecniche al progetto.pdf)osservazioni tecniche al progetto.pdf[Osservazioni tecniche al progetto a firma del C.R. Lorenzo Sospiri]140 Kb
Scarica questo file (OSSERVAZIONI WWF CHIETI PESCARA.pdf)OSSERVAZIONI WWF CHIETI PESCARA.pdf[OSSERVAZIONI WWF CHIETI PESCARA]380 Kb
Scarica questo file (PARTITO DELLA RIFONDAZIONE COMUNISTA - OSSERVAZIONI.pdf)PARTITO DELLA RIFONDAZIONE COMUNISTA - OSSERVAZIONI.pdf[\PARTITO DELLA RIFONDAZIONE COMUNISTA - OSSERVAZIONI]688 Kb
Scarica questo file (Stazione Ornitologica Abruzzese onlus - osservazioni e diffida.pdf)Stazione Ornitologica Abruzzese onlus - osservazioni e diffida.pdf[Stazione Ornitologica Abruzzese onlus - osservazioni e diffida]130 Kb
Scarica questo file (WWF CHIETI PESCARA  INTEGRAZIONE A OSSERVAZIONI.pdf)WWF CHIETI PESCARA INTEGRAZIONE A OSSERVAZIONI.pdf[WWF CHIETI PESCARA INTEGRAZIONE A OSSERVAZIONI]304 Kb
Ultimo aggiornamento Martedì 18 Luglio 2017 12:33
 

Osservazioni 

 
#2 Colantonio 2016-10-08 15:26
Sono contrario al progetto, perchè si tratta di terreni alluvionali e noi come associzione ambientalista ci chiediamo se sono stati fatti molti sondaggi per caratterizzare bene il sottosuolo e progettare in modo adeguato le fondazioni.
Riguardo agli argini: gli studi che i fautori del progetto hanno fatto presuppongono che gli argini siano barriere eterne ed indistruttibili. Non è così. Ci sono casi di disastri successi perché gli argini hanno ceduto (perchè fatti/progettati male, perché vecchi, perché lesionati in precedenza ecc.). Sappiamo che le disgrazie succedono. Fare qualcosa con un grande valore economico a ridosso di un argine è pericoloso.
Sempre riguardo agli argini: si pensa sempre a non far entrare l’acqua. Raramente si pensa a farla uscire. Gli argini bloccano l’acqua che naturalmente dalle colline e dai campi va verso il fiume. Si tratta di una barriera che in caso di acquazzone farebbe allagare il Megalo, non perché il fiume esonda, ma perché l’acqua “rimpozza” bloccata dall’argine (Ed è già successo in passato).
La zona è comunque interessata da una certa pericolosità, altrimenti perché costruire degli argini mastodontici per difendersi da piene e alluvioni? C'è un rischio di inondazioni e i progettisti hanno progettato un qualcosa che nascerà già a rischio idrogeologico.
Si tratta di grandi spazi liberi che sono stati lasciati liberi per un motivo preciso: Sono spazi del fiume, vanno lasciati al fiume e alle sue dinamiche fluviali.
Ci sarà un consumo di suolo notevole. Questi progettisti vanno ad impermeabilizzare una superficie enorme. Questo terreno fino ad oggi ha fatto da “spugna” e “serbatoio” trattenendo moltissima acqua piovana. Domani tutta questa acqua andrà immediatamente in fogna e nel corso d’acqua. Chi sta a valle, si vedrà scorrere tantissima acqua in più, tutta insieme, nel suo pezzetto di fiume. Una città come Pescara ad esempio, un'area metropolitana enorme e abitata Hanno fatto il conto che le sezioni idrauliche più a valle (anche molto più a valle) si troveranno a dover gestire picchi di piena molto maggiori rispetto ad oggi? Gli argini a valle sono opportunamente dimensionati per impedire allagamenti?
La perdita di suolo agricolo coperta da asfalto e cemento è stata messa in conto? Per tutte queste ragioni diciamo no al Megalo 2 con forza.
Daniele Mario Colantonio Presidente Circolo Legambiente MIRABILIA, Chieti.
 
 
#1 Colantonio 2016-10-06 16:15
Sollevo la seguente osservazione nei confronti dell'opera, in quantonon risponde ai seguenti requisiti e obiettivi previsti per un P.R.U.S.S.T: Realizzazione, l'adeguamento e il completamento di attrezzature sia a rete che puntuali, di livello territoriale e urbano, in grado di promuovere e di orientare occasioni di sviluppo sostenibile sotto il profilo economico, ambientale e sociale e garantendo l'aumento di benessere della collettività;
Inoltre lo stesso progetto insiste in una area a forte rischio alluvionale e le opere necessarie per la difesa del suolo non appaiono adeguate al rischio idrogeologico presente.
Non vi è uno dei seguenti obietti vi come interventi di rilevanza tale da costituire poli di attrazione quali: sedi di tribunali, strutture ospedaliere, università, centri congressuali, strutture polifunzionali per lo sport, il turismo e il tempo libero, ecc.;
Gli interventi in oggetto non sono riconducibili a opere di urbanizzazione primaria a servizio di aree produttive o di quartieri degradati; a opere di urbanizzazione secondaria di livello almeno urbano; alla realizzazione e riqualificazione di insediamenti produttivi in grado di promuovere lo sviluppo, l'innovazione e la competitività tra imprese anche attraverso la diffusione di nuove tecnologie; alla realizzazione e recupero di edilizia residenziale al fine di innescare processi di riqualificazione fisica e sociale dell'ambito considerato; alla gestione di attività no-profit; alla ristrutturazione di edifici di rilevante valore storico-artisitico, sviluppo di artigianato tipico, riconversione di complessi industriali con valenze culturali anche da destinare ad altri usi.
Inoltre il progetto del Parco Fluviale adiacente all'argine, dietro cui insisterebbe il Complesso Commerciale, non sarebbe fruibile da parte della collettività, trovandosi in una zona di forte esondazione ciclica del Fiume Pescara, con conseguente pericolo per persone e cose.
Concludo sollevando obiezione alla reale sicurezza statica dell'intero complesso, perchè il terreno scelto per edificare non presenta i requisiti minimi di stabilità, atti ad evitare lo sprofondamento nel tempo dell'intera struttura.
 

Solo i cittadini, associazioni ed i portatori di interesse registrati e loggati sul sistema informativo possono inviare osservazioni.

 


DIPARTIMENTO OPERE PUBBLICHE, GOVERNO DEL TERRITORIO E POLITICHE AMBIENTALI - Servizio  Valutazione Ambientale - VIA SALARIA ANTICA EST N. 27 - TERZO PIANO 67100 L'AQUILA

Contatti: e-mail sra@regione.abruzzo.it Posta elettronica certificata   : dpc002@pec.regione.abruzzo.it

 

Portale ottimizzato per una risoluzione pari ad almeno 1280x1024 e per browser Internet Explorer 8, Safari 5, Opera 10 o Firefox 3.13 o superiori

Compatibile con smartphone IPhone ed Android

Portale SRA - Sportello Regionale Ambiente - Informativa privacy

Realizzato da A.R.I.T.